Mozione “Patto con il cittadino (Baratto amministrativo)”

image_pdfimage_print

Tremestieri Etneo 05 aprile 2017,

Queste sono idee..

La proposta di delibera di aiuto alle fasce deboli  per i pagamenti dei tributi comunali con la forma del baratto amministrativo (ai sensi dell’articolo 24 della legge 164/2014) vuole inserire un innovazione nella macchina amministrativa del comune di Tremestieri Etneo.

Il regolamento comunale rappresenta l’attuazione della legge dello stato n. 164/2014 che prevede la possibilità per i comuni di deliberare riduzioni o esenzioni di tributi.

La proposta poteva determinare molteplici vantaggi, sia per il comune che per i cittadini.

Da una parte il comune poveva contare su una nuova forza lavoro che considerate le assunzioni bloccate e la scarsa disponibilità di risorse economiche degli enti locali, poteva ottenere una prestazione lavorativa piuttosto che dover mantenere elevati crediti inesigibili in bilancio e i cittadini in difficoltà potevano avere un aiuto in caso di impossibilità a pagare tributi locali, diventando così una risorsa per tutta la comunità cittadina.

Il sistema del baratto amministrativo per il comune di Tremestieri Etneo era un opportunità economica, sociale e culturale. I cittadini che volevano pagare, ma non avevano la possibilità di farlo, potevano onorare con dignità i propri doveri lavorando e regolarizzando la propria posizione debitoria senza dover finire nell’elenco dei morosi.

Questa iniziativa avrebbe consentito all’amministrazione di essere più vicina ai suoi concittadini,  un amministrazione più sensibile.

La portavoce al consiglio comunale M5S Simona Pulvirenti è convinta che esiste un modo diverso di amministrare, cercando di  essere una comunità, consentendo ai cittadini di partecipare, mettendo avantia ad ogni cosa la solidarietà e sostenibilità.

Noi del movimento 5 stelle vogliamo un paese diverso più vicino ai cittadini.

image_pdfimage_print